#dischifreschi del mese | Maggio 2018

martedì, 22 Maggio 2018 | #dischifreschi, Blog | di

Lorenzo_BITW-Love Junction

Lorenzo_BITW sicuramente non è un nome sconosciuto certi ambienti della dance europea, specialmente quelli “cross-genre”, e lo dimostra portando suoni freschi e ricercati nel suo ultimo album, Love Junction in uscita per La Tempesta il 22 giugno.
Abbiamo un assaggio di questo nell’EP “Chasing” già presente sulle piattaforme di streaming.

Ad un primo ascolto, lo ammetto, può lasciare un po’ disorientati, ma il talento c’è ed è palese.
Pop, elettronica, dance, africbeat, grimey si sovrappongono creando sfumature musicali interessantissime, arricchite da un’imprevedibilità ritmica che mostra maturità artistica.
Lorenzo_BITW non ha paura di mischiare diversi generi, di dichiarare quelle che sono le sue influenze: non è catalogabile in nessun genere, le etichette gli stanno strette ma non per questo le sue canzoni sono prive di una solidità di fondo.

Link all’ascolto
Soundcloud
Spotify

Terso-L’altra parte


Terso nasce a Bologna nel Febbraio 2016 ed è composto da Luca Ferriani, Alessandro Renzetti, Alessio Festuccia e Marta Moretti. I missaggi delle canzoni sono stati affidati a Marco Caldera ed eseguiti al Red Carpet Studio di Brescia nel luglio 2016 e masterizzati poi da Kai Blankenberg e Jens Dressen allo Skyline Tonefabrik di Dusseldorf.

La missione dei Terso è semplice: fotografare uno stato d’animo e immortalarlo in un preciso momento attraverso l’unione di sonorità elettroniche, testi in italiano e sample vocali.

“Cinque brani che sono come l’inizio di un confine, raccontano di quello che eravamo e di cosa siamo adesso. Cinque canzoni dalle sonorità elettroniche che sono un po’ quei pezzi che avevamo perso e rimesso insieme con colla dorata, le crepe che diventano preziose. Ancora interi quindi, ma diversi.”

Link all’ascolto:
Spotify

Sxrrxwland

Sxrrxwland (anche noto come “Sorrowland” o “Six Row Land”) è un collettivo artistico formato da Osore (producer), Gino Tremila (creative director) e Giovanni Vipra (voce).
I tre hanno unito l’esperienza maturata nel proprio percorso per creare un sound unico nel suo genere. In campo musicale come in quello visuale, la “Land” porta avanti un intenso lavoro di ricerca e sperimentazione: nelle armonie e nelle produzioni, nelle liriche e nei contenuti, nei colori e nelle forme, ogni aspetto è curato nel minimo dettaglio.

È proprio in virtù di questa pluralità espressiva che è stato scelto il nome Sxrrxw-Land: un nome che indica un luogo, più che un collettivo. Un luogo fatto di suoni, emozioni, visioni. Sxrrxwland si pone oltre il concetto abusato di “band” o “gang”, rifiutando gli stilemi caricaturali del rap nostrano per definire un quadro più complesso della realtà, in cui l’alienazione individuale e l’impossibilità dell’empatia sono ora palesi, ora nascoste dietro un materialismo furioso e grottesco.

Le influenze sono le più varie: emo, trap e noise incontrano musica classica e pop d’avanguardia, fino a sfociare nelle ambientazioni rarefatte tipiche della cupa elettronica europea. Il risultato è un immaginario ironico, oscuro e nichilista, nel quale l’aggressività dei suoni distorti si scontra con il respiro etereo di quelli acustici, incontrando forme metriche che spaziano dai flow rap al canto.

Link all’ascolto:
Spotify